8 Consigli per migliorare il piano editoriale della tua Facebook Fan Page 

| Autore: |

Prendere spunto dall'esperienza del blogging per gestire nel migliore dei modi una pagina facebook.

Quando gestisci una Facebook Fan Page hai un obiettivo ben preciso: creare interesse intorno ai contenuti che stai pubblicando. Sai bene che per raggiungere questo risultato non puoi concentrarti solo sui post del tuo blog o sulle pagine del sito: devi mettere da parte l’autoreferenzialità e dare rilievo ai contenuti utili per i tuoi fan.

Nel frattempo devi inserire anche contenuti che facciano riferimento alla tua attività. Essere presenti su Facebook non vuol dire aumentare le vendite pubblicando unicamente link ai tuoi prodotti o servizi, certo, ma parlare della tua realtà fa parte dei tanti motivi che ti hanno spinto ad aprire una Fan Page.

Per integrare questi contenuti nel flusso della pagina devi lavorare sul calendario editoriale, devi proporre a te stesso o al tuo cliente una pianificazione dei post. Lo scopo? Equilibrare i temi, ottenere buoni risultati, pianificare le azioni future. Qualche consiglio? Te ne lascio otto!

1. Argomenti

Prima di iniziare a pubblicare sulla tua Fan Page devi affrontare una riflessione con le persone coinvolte nel progetto: qual è il target di riferimento? Questa domanda è indispensabile per individuare gli argomenti da affrontare.

Chiaro, non puoi solo ripubblicare i post del tuo blog. Ma cosa pubblichi? Scegli a caso? No, identifichi gli argomenti importanti per il tuo target e li trasformi in appuntamenti per la Fan Page. MI raccomando: qualità. Solo in questo modo riuscirai a catturare l’attenzione di un pubblico sempre più assuefatto.

2. Calendario

Il modo migliore per mettere ordine nelle pubblicazioni della tua Facebook Fan Page è la gestione di un calendario, ovvero un documento o un’applicazione per pianificare i post nel tempo. I vantaggi di questa soluzione: la possibilità di avere sotto controllo i post in relazione al periodo e di “spalmare” con omogeneità tutti gli argomenti.



Tra i diversi strumenti a disposizione io suggerisco di usare Google Calendar, potente applicazione di Mountain View che offre la possibilità di inserire, all’interno di un calendario condivisibile con collaboratori e clienti, dei task con descrizioni e alert via email. Se usi Chrome c’è anche l’applicazione ufficiale (fonte immagine).

3. Festività

Ti sembra un dettaglio inutile? Sbagli, perché chi gestisce le pagine Facebook deve seguire con attenzione le festività del calendario. Pensa ai ponti che possono fare da sfondo a offerte speciali, pensa alle opportunità commerciali che si nascondono dietro un'occasione (tipo la festa della famiglia).



L'attività che stai promuovendo può trovare grandi vantaggi dalla pianificazione di post dedicati alle festività. Certo, non è una regola fissa e non vale per qualsiasi attività: su alcune pagine questo consiglio può essere utile, su altre no. Devi sempre contestualizzare!

4. Evernote

La gestione delle fonti è fondamentale per una pagina Facebook perché è proprio in questo modo che trovi i contenuti utili per la tua attività. D'altro canto è un’arte complessa: il bombardamento delle informazioni non si ferma mai, ed è difficile trovare il tempo per segnare tutto in agenda.



Soluzione: crea un block notes su Evernote per ogni argomento trattato, installa il web clipper sul browser che usi tutti i giorni e segna tutto quello che ti può aiutare a creare contenuti nel tuo account. A fine giornata riprendi e organizza il materiale per le azioni future.

5. Target

Come fai a scoprire i gusti e le esigenze del tuo target? I dati di Insight offrono un chiaro riferimento del successo o dell’insuccesso di un contenuto, ma per anticipare i bisogni di chi segue la tua pagina devi studiare il target.

Blog di settore, discussioni sui social, forum, community: questi sono terreni in cui crescono le idee e gli spunti per chi gestisce una Fan Page. Monitora le conversazioni online, segui i gruppi del settore e lascia dei commenti per stimolare lo scambio: in questo modo puoi individuare i bisogni del tuo target.

6. Equilibrio nei contenuti

In un piano editoriale devi considerare anche l'equilibrio dei contenuti. Una pagina non è fatta di sole immagini. Certo, il visual attira l’attenzione dell’utente distratto nella timeline, ma devi anche dare alternanza alla forma dei contenuti per non annoiare i fan.

Quando lavori sul calendario editoriale, quindi, crea un buon equilibrio tra testo, immagini, video. Un’idea: individua delle sacche di interesse dei tuoi fan (ecco, vedi che l’analisi del target è utile?) e pensa a una rubrica tematica da proporre un giorno della settima con un hashtag ben preciso.

Per quel che riguarda gli hashtag leggi anche:

Hashtag su Facebook? Il vero Motivo.

Hashtag su Facebook: come, quando, perchè.



7. Orari e giorni

Non esiste un orario o un giorno migliore per pubblicare su Facebook. O almeno non esiste una formula assoluta e valida per tutti. Ma ci sono delle condizioni che possono favorire la tua pagina, dei giorni in cui il tuo pubblico è attivo rispetto a un altro o degli orari che possono penalizzare il tuo post.



Su Insight, ad esempio, c’è la sezione “Quando i tuoi fan sono online” che differenzia il flusso delle persone anche in base ai giorni della settimana: la consulti, vero?

8. Test, test, test

No, non è un disco rotto ma un invito importante. Il calendario editoriale non serve solo a pubblicare i contenuti ma anche a gestire i risultati dei post già pubblicati. Analizza i numeri dalla tua pagina Insights, individua le prestazioni dei tuoi post e riportali nel calendario: ti aiuteranno a comprendere cosa e quando testare.

Ricorda che non esiste un post perfetto su Facebook: devi fare tentativi, sbagliare è riprovare facendo tesoro degli errori. E tu hai già organizzato il calendario editoriale per la tua pagina Facebook? Lascia nei commenti le tue osservazioni, le tue domande e, perché no, i consigli da aggiungere a questa lista.

Riccardo Esposito



Consulta i prodotti/servizi correlati: