Facebook Gift e Offers: è forse giunta l’ora di vendere SU (e tramite) Facebook? 

| Autore: |



Qualcosa sta cambiando...

Affermiamo da sempre, e chi ha studiato il corso lo sa bene, che Facebook potrebbe non esser un buon canale di vendita “diretta” (anche se in alcuni specifici casi lo è sempre stato). E’ forse arrivato il momento di mettere in discussione tale generica affermazione?

Abbiamo spesso parlato di “processi di conversione” e l’analisi ci ha aiutato a comprendere che Facebook funziona abbastanza bene se integrato in maniera opportuna in un più ampio piano di marketing. Ogni mezzo, strumento e differente strategia può contribuire, insieme alle altre, al raggiungimento dell’obiettivo finale che, in molti casi, è la vendita.



Anche non vendendo (o promuovendo prodotti) direttamente su Facebook, le aziende potevano ottenere benefici, dalle connessioni stabilite con i potenziali clienti, in termini di “fiducia”, passaparola (automatico e consapevole), feedback, etc. Come sappiamo, la fiducia ed il passaparola (a prescindere da Facebook) generano da sempre “vendite” online ed OFFLINE.

Cosa sta cambiando? Facebook Offers e Gifts

Facebook sta mettendo in campo alcuni strumenti che (ipotizzo) potrebbero accorciare le distanze tra Facebook stesso e la vendita di prodotti e servizi.

Parlo in particolare delle Facebook Offers, che Nicola ha illustrato in questo articolo, e dei Facebook Gifts (annuncio ufficiale del 27 settembre).

Facebook Offers

Le Facebook Offers non sono una novità. E’ da tempo che Facebook sperimenta dei “sistemi di incentivo” che permettano alle aziende di proporre offerte specifiche ai propri fan (e i loro amici). Un tempo ormai remoto (2010) si parlava di “Deals”. I deals erano promozioni strettamente legate ai check-in delle pagine luogo. La funzione non è mai stata resa disponibile a tutte le pagine.

All’inizio del 2012 sono state avvistate le prime Offers attivabili direttamente da desktop (e non più legate ai check-in da dispositivo mobile).

Da alcuni giorni (20 settembre) le Facebook Offers sono state rese disponibili (a pagamento) su tutte le pagine con più di 400 fan. Le Facebook Offers potrebbero accorciare le distanze tra Facebook e la “vendita”, proprio perché sono state progettate al fine di incentivare l’utente a compiere una determinata azione: l’acquisto.

Le Offers, senza mezzi termini, servono a vendere.

L’efficacia delle Offers dipende ovviamente da una serie di fattori che prescindono dallo strumento stesso. L’efficacia dipende dal tipo di azienda, dal numero e la QUALITA’ dei fan, dal tipo di prodotto/servizio, dall’appeal dell’offerta, dal periodo, etc. Due offerte proposte dalla stessa azienda, e sulla stessa pagina fan, potrebbero produrre risultati differenti.

Questo è il motivo per cui, se intendi provare a spingere la vendita dei tuoi prodotti tramite Facebook, ti consiglio di testare le Offers e, possibilmente, più di una volta. Prova Offers per diversi prodotti specifici e modifica volta per volta il tipo di offerta.

RICORDA che la pagina fan ancora oggi non è semplicemente il catalogo del tuo e-commerce. Le Offers vanno quindi pubblicate con MODERAZIONE e gli altri post della pagina non dovrebbero avere fini direttamente commerciali ma relazionali.

Facebook Gifts (attualmente solo USA)

Facebook permetterà agli utenti di regalare OGGETTI REALI ai propri amici.



Facendo leva su alcuni momenti di vita della persona (compleanno, promozione, matrimonio e, più in generale, qualunque evento pubblicato sul diario), Facebook proporrà ai suoi amici di acquistare un regalo reale.

Il regalo sarà pagato “direttamente” su Facebook e l’azione potrà esser resa pubblica o privata. Chi riceve il regalo avvierà il processo di spedizione confermando il proprio indirizzo.

Ciò che più ci interessa è la futura possibilità di introdurre i nostri prodotti in questo nuovo sistema e, in altre parole, vendere direttamente su Facebook sfruttandone tutte le potenzialità in termini di passaparola e condivisione di “emozioni”.

Ancora oggi Facebook non rende noti i costi di tale servizio per le aziende che intendono usufruirne. Il costo potrebbe esser legato alla singola vendita e quindi “proporzionale” al prezzo del prodotto venduto.

Torniamo al quesito iniziale. Facebook si trasformerà in uno strumento efficace anche per la vendita diretta? Non ci resta che attendere e sperimentare direttamente le novità (non lasciandoci troppo influenzare dalle esperienze e le “opinioni” degli altri, dato che ogni caso è diverso).

A presto
Alessandro

Consulta i prodotti/servizi correlati: